Assi e Piani del corpo umano

Gli assi e piani del corpo umano sono delle linee e delle figure immaginarie che attraversano il corpo, dividendolo in due metà, sui quali è possibile eseguire esercizi e movimenti fondamentali del corpo umano, come flessione, estensione, piegamento, adduzione, abduzione, inclinazione, rotazione.

Possiamo distinguere tra asse sagittale, longitudinale e trasversale e tra piano sagittale, frontale e trasversale.

Ogni asse del corpo è associato ad un piano anatomico di riferimento.

I movimenti fondamentali del corpo umano fanno parte di tutte le nostre azioni quotidiane (come per esempio mangiare, vestirsi, lavarsi i denti), non solo degli sport o del gesto tecnico dell’atleta (dopo un infortunio muscolare è difficile eseguire con precisione i movimenti del corpo, perchè la contrattura muscolare ne impedisce la fluidità).

Pensa a quando la mattina ti alzi dal letto: effettui una rotazione, ti metti in decubito supino, fletti le gambe al petto, fai un’inclinazione del busto e ti siedi sul letto (e di solito imprechi perchè sono solo le 7 del mattino, ma questi sono dettagli che non è il caso di approfondire in questa sede…).

Ecco, questo è solo un piccolo esempio di come gli assi e piani del corpo umano fanno parte della nostra quotidianità.

Prima di iniziare a leggere se vuoi nel video qui sotto trovi tutta la spiegazione dell’articolo.

Buona visione. Ricorda di mettere Mi Piace al video e di iscriverti al canale 😉

Iscriviti al mio canale Youtube.

La posizione anatomica

Prima di parlare di assi e piani del corpo umano è indispensabile parlare della posizione anatomica di riferimento.

Anch’io per definire le posizioni e valutare i movimenti fondamentali del corpo umano nel mio lavoro di osteopata ho bisogno di un punto di riferimento.

La posizione anatomica è una posizione standard utilizzata come punto di riferimento per stabilire le relazioni e i movimenti tra le diverse parti del corpo.

Anche i termini anatomici: anteriore e posteriore, mediale e laterale (o prossimale e distale), abduzione e adduzione, sono sempre riferiti alla posizione anatomica di riferimento.

Una persona che si trova nella posizione anatomica di riferimento è in piedi, in posizione eretta, con gli arti applicati ai lati del tronco e i palmi delle mani rivolti verso l’osservatore. Come il famoso uomo vitruviano di Leonardo.

Leggi anche: Prima visita osteopatica? Come si svolge, cosa indossare e prezzo

Entra nel mio SHOP

Accedi gratuitamente ai migliori rimedi naturali (che funzionano davvero) contro il mal di schiena, la cervicale, il benessere intestinale o altri disturbi comuni.

Assi del corpo umano

Gli assi del corpo umano (o anatomici) sono delle linee immaginarie che intersecano i rispettivi piani del corpo umano.

Possono essere paragonati a degli spiedini che “infilzano” il corpo e rappresentano gli assi sui quali si svolgono i diversi movimenti fondamentali anatomici.

Devi pensare all’asse come al cardine di una porta: la porta si muove in un piano attorno al proprio asse. Il piano (la porta) è determinato dall’orientamento del perno nel cardine (asse).

assi del corpo umano
Gli assi del corpo umano.

Gli assi anatomici del corpo umano sono 3:

  1. asse longitudinale
  2. asse trasversale
  3. asse sagittale

Asse longitudinale 

L’asse longitudinale (verticale) del corpo umano è la linea immaginaria che attraversa il corpo dall’alto (vertice della testa) verso il basso (in mezzo ai talloni), perpendicolarmente alla base di appoggio, quando il corpo è in posizione eretta.

L’asse longitudinale interseca il piano trasversale.

Asse trasversale 

L’asse trasversale (orizzontale) del corpo umano è la linea che attraversa il corpo da destra a sinistra, parallelamente al suolo. Va da sinistra a destra ed è perpendicolare all’asse longitudinale.

L’asse trasversale interseca il piano sagittale.

Asse sagittale 

L’asse sagittale (antero-posteriore) del corpo umano è la linea che attraversa il corpo dal davanti al dietro, passando dalla superficie posteriore alla superficie anteriore del corpo. Questo asse è perpendicolare agli altri due assi.

L’asse sagittale interseca il piano frontale.

Leggi anche: Come risolvere le contratture muscolari senza farmaci

Piani del corpo umano

I piani del corpo umano (o anatomici) sono dei rettangoli immaginari che dividono il corpo in due metà e che permettono di eseguire i movimenti e le posizioni fondamentali del corpo nello spazio.

I piani del corpo umano sono 3:

  1. piano frontale
  2. piano sagittale
  3. piano trasversale
assi-e-piani-del-corpo-umano
Piani del corpo umano (da sinistra a destra): frontale, sagittale, trasversale

Piano sagittale

Il piano sagittale è un piano verticale che passa attraverso il centro del corpo (attraverso gli assi longitudinale e sagittale) e divide il corpo in due metà: destra e sinistra.

Il piano sagittale è attraversato dall’asse trasversale.

piano sagittale
Il piano sagittale divide il corpo in due metà: destra e sinistra.

I movimenti fondamentali del corpo umano che si possono eseguire sul piano sagitale sono:

  • Flessione: è il passaggio di un segmento corporeo (braccia, gambe, busto) da un atteggiamento lungo ad un atteggiamento breve, senza che esso sia in appoggio al suolo o su di un attrezzo.
  • Estensione: è il passaggio di un segmento corporeo (braccia, gambe, busto) da un atteggiamento breve ad un atteggiamento lungo, senza che esso sia in appoggio al suolo o su un attrezzo.
  • Piegamento: è il passaggio degli arti, in appoggio al suolo o su di un attrezzo tramite il contatto delle mani o dei piedi, da un atteggiamento lungo a un atteggiamento breve.

Leggi anche: Contrattura muscolare: sintomi, cura, prevenzione e rimedi

Differenza tra flessione e piegamento

Flessione e piegamento non sono sinonimi.

La differenza tra flessione e piegamento sta nella base d’appoggio dell’arto interessato dal movimento.

Come hai appena letto nella flessione il segmento corporeo interessato dal movimento non è poggiato al suolo, mentre nel piegamento sì.

Quindi quelle che tu chiami erroneamente flessioni sulle braccia (i push up per intenderci), in realtà si chiamano piegamenti sulle braccia.

Flessione e piegamento non sono sinonimi. Tra flessione e piegamento c’è di mezzo il pavimento.
differenza tra flessione piegamento
Differenza tra flessione e piegamento: “flettere” non vuol dire “piegare”

Ora che conosci la differenza tra flessione e piegamento, quando il tuo mister ti grida: “Fammi 20 flessioni, forza!” puoi startene tranquillamente in piedi e portare le mani verso le spalle.

Se dopo queste 20 flessioni delle braccia il tuo mister ti dice che hai sbagliato esercizio, digli di andare a studiare la terminologia anatomica!

Piano frontale

Il piano frontale è un piano verticale parallelo alla fronte e perpendicolare al piano mediano (passa per gli assi trasversale e longitudinale). Divide il corpo in parte anteriore e parte posteriore.

Il piano frontale è attraversato dall’asse sagittale.

piano frontale
Il piano frontale divide il corpo in due metà: anteriore e posteriore.

I movimenti fondamentali del corpo umano che si possono eseguire sul piano frontale sono:

  • Abduzione (ABD): è l’allontanamento di un arto dall’asse longitudinale del corpo.
  • Adduzione (ADD): è l’avvicinamento di un arto all’asse longitudinale del corpo.
  • Inclinazione laterale è di solito riferita al tronco, che si sposta dalla posizione eretta a una posizione intermedia rispetto all’orizzontale, nelle varie direzioni dello spazio.

Piano trasversale 

Il piano trasversale è un piano che divide il corpo in due metà superiore e inferiore. E’ situato perpendicolarmente al piano mediano e al piano frontale e passa per gli assi trasversale e sagittale.

Il piano trasversale è attraversato dall’asse longitudinale.

piano trasversale
Il piano trasversale divide il corpo in due metà: superiore ed inferiore.

I movimenti fondamentali del corpo umano che si possono eseguire sul piano trasversale sono:

  • Rotazione: movimento rotatorio attorno all’asse longitudinale dell’osso.
  • Torsione: è il passaggio dalla posizione di busto eretto a quella di busto ruotato. Si ottiene attraverso la rotazione delle vertebre attorno all’asse longitudinale.

Leggi anche: Strappo muscolare: sintomi, cura, prevenzione e rimedi

Entra nel mio SHOP

Accedi gratuitamente ai migliori rimedi naturali (che funzionano davvero) contro il mal di schiena, la cervicale, il benessere intestinale o altri disturbi comuni.

Glossario dei termini anatomici di movimento e posizione

Esistono dei termini anatomici di movimento e posizione utilizzati per descrivere i movimenti del corpo umano. Tutti questi movimenti si possono eseguire sui vari assi e piani del corpo umano.

  • Abduzione: è l’allontanamento di un arto dall’asse longitudinale del corpo.
  • Adduzione: è l’avvicinamento di un arto all’asse longitudinale del corpo.
  • Flessione: è il passaggio di un segmento corporeo (braccia, gambe, busto) da un atteggiamento lungo ad un atteggiamento breve, senza che esso sia in appoggio al suolo o su di un attrezzo.
  • Estensione: è il passaggio di un segmento corporeo (braccia, gambe, busto) da un atteggiamento breve ad un atteggiamento lungo, senza che esso sia in appoggio al suolo o su un attrezzo.
  • Piegamento: è il passaggio degli arti, in appoggio al suolo o su di un attrezzo tramite il contatto delle mani o dei piedi, da un atteggiamento lungo a un atteggiamento breve.
  • Iperestensione: estensione dell’articolazione oltre la posizione standard.
  • Rotazione: movimento rotatorio attorno all’asse longitudinale dell’osso.
  • Torsione: è il passaggio dalla posizione di busto eretto a quella di busto ruotato. Si ottiene attraverso la rotazione delle vertebre attorno all’asse longitudinale.
  • Circonduzione: movimento circolare (combina flessione, estensione, adduzione e abduzione).
  • Inversione: spostamento della pianta del piede verso il piano mediale.
  • Eversione: spostare la pianta del piede dal piano mediale.
  • Pronazione: rotazione interna con conseguente appendice rivolta verso il basso.
  • Supinazione: rotazione esterna con conseguente appendice rivolta verso l’alto.

Conclusioni

Spero di averti aiutato a comprendere la differenza tra assi e piani del corpo umano e a distinguere tra asse sagittale, asse longitudinale ed asse trasversale e tra piano frontale, piano sagittale e piano trasversale.

Ricorda, la differenza tra flessione e piegamento sta negli arti che poggiano su una superficie.

Per questo articolo è veramente tutto, spero di aver fatto qualcosa di buono per te e non averti fatto perdere del tempo sul mio blog inutilmente.

Prima di andare, però, c’è una cosa (anzi 3) che TU puoi fare per me se hai apprezzato il mio lavoro:

  • Condividi l’articolo sui tuoi social o inviandolo a chi potrebbe aver bisogno di queste informazioni
  • Lascia una recensione sui miei profili social, comunicando al mondo la tua esperienza
  • Offrimi un caffè

Se hai letto questo articolo potrebbe interessarti

4 rimedi veloci per curare (e prevenire) uno strappo muscolare

Lo strappo muscolare è una lesione che causa la rottura di alcune fibre che compongono il muscolo. La causa è spesso un allungamento eccessivo del muscolo “a freddo” che non è stato preparato adeguatamente a compiere quel movimento, o un eccessivo carico muscolare. Lo strappo muscolare è una lesione piuttosto grave causata da: traumi eccessivi sforzi muscolari, sovraccarico…

6 Miorilassanti Naturali che puoi acquistare senza ricetta

I miorilassanti sono un tipo di farmaci che, come dice la parola stessa, hanno il compito di rilasciare la muscolatura tesa e dolorante grazie alle loro proprietà decontratturanti e rilassanti. Sono molto impiegati in medicina nei dolori cervicali, per il mal di schiena, per la mandibola dolorosa (o per chi soffre di bruxismo) e perfino…

Questo articolo presenta prodotti che si possono acquistare online su Amazon o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, sososteopata.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, ti invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Articolo di
Alessandro la Torre
Alessandro la Torre
Specialista in Osteopatia, Posturologia e Terapia manuale. Appassionato di alimentazione, salute e benessere. Info e prenotazioni: [email protected]
Ti è piaciuto questo contenuto? Allora fammelo sapere mettendo un like, condividendolo o lasciando una recensione

Mi chiamo Alessandro e sono un Osteopata specializzato in Posturologia. Negli anni ho ideato un metodo per la gestione del dolore basato su osteopatia, esercizio fisico e stile di vita corretto.

Cerca nel sito
Seguimi su
Potrebbe interessarti
Categorie
Lascia un commento
Leggi anche
pistola massaggiante migliore 2021
Le migliori pistole massaggianti del 2023

Se vuoi scoprire le migliori pistole massaggianti sul mercato o capire come scegliere la pistola massaggiante migliore per te mettiti comodo/a. Alla fine di questo articolo saprai quali sono le pistole per massaggio muscolare migliori sul mercato e, allo stesso tempo, capirai quando utilizzare e come scegliere la migliore pistola massaggiante più adatta alle tue esigenze. Su Amazon e su eBay oppure da Decathlon, Mediaword e Unieuro puoi trovare centinaia

Leggi »
chiropratico cosa fa
Chiropratico, cosa fa e cosa lo distingue dall’osteopata

Il chiropratico è un professionista sanitario che cura i disturbi muscoloscheletrici utilizzando le manipolazioni vertebrali. La chiropratica è una disciplina che si concentra principalmente sulle disfunzioni muscoloscheletriche e del sistema nervoso. Rispetto all’osteopata, l’approccio del chiropratico si focalizza esclusivamente sulle sublussazioni vertebrali che sono la causa delle disfunzioni del sistema nervoso che, secondo la filosofia del suo fondatore, sono la causa della malattia. La sua storia inizia negli Stati Uniti

Leggi »
come scegliere migliore poltrona massaggiante
Come scegliere una poltrona massaggiante e quali sono le migliori

Stai cercando un modo per rilassarti e alleviare lo stress dopo una lunga giornata di lavoro? Allora potresti considerare l’acquisto di una poltrona massaggiante. Con la sua capacità di rilassare i muscoli, ridurre lo stress e migliorare la circolazione sanguigna, la poltrona massaggiante è l’ideale se cerchi un modo semplice e conveniente per migliorare la tua salute e il tuo benessere psico-fisico. Con una vasta gamma di opzioni e prezzi

Leggi »