Qual è la differenza tra osteopata e fisioterapista?

Dopo averti spiegato la differenza tra osteopata e chiropratico, è arrivato il momento di definire le differenze tra osteopata e fisioterapista.

Osteopata e fisioterapista sono due professionisti sanitari che hanno l’obiettivo di riabilitare (nel caso del fisioterapista) e migliorare le condizioni ottimali di salute dei propri pazienti, ma che lavorano utilizzando approcci molto diversi.

Pur confinando e condividendo un ampio terreno comune, in linea generale la fisioterapia tratta la sintomatologia attraverso un lavoro focalizzato sulla zona dolorante, mentre l’osteopatia, riconoscendo un ruolo fondamentale al sistema circolatorio, all’interno del trattamento osteopatico prende in considerazione anche gli organi viscerali, le fasce ed il sistema nervoso.

Nonostante le differenze l’osteopata ed il fisioterapista sono due figure professionali che possono garantire al paziente una presa in carico completa e corretta, per cui una loro collaborazione multidisciplinare ed interdisciplinare è fondamentale per il paziente.

In questo articolo capirai le principali differenze tra osteopatia e fisioterapia e qual è il migliore terapista a cui rivolgersi in caso di dolori muscolo-scheletrici o per altri disturbi.

differenza tra osteopata e fisioterapista

Differenza tra osteopata e fisioterapista

La principale differenza tra osteopata e fisioterapista sta nell’approccio verso il paziente e verso il dolore.

Il fisioterapista cura le patologie a livello locale agendo con terapie fisiche, come i massaggi, mentre l’osteopata tende a lavorare su tutto il corpo prediligendo un approccio olistico più generico e tecniche manipolative per modificare i compensi posturali. 

Leggi anche: Differenza tra osteopata e chiropratico

Fisioterapista o Osteopata: le differenze

Ecco una tabella riassuntiva delle principali differenze tra osteopata, fisioterapista e chiropratico.

OsteopataFisioterapistaChiropratico
Professionista sanitarioSì, ma mancano i decreti attuativiSì. Da molti anni in ItaliaSì, ma mancano i decreti attuativi
Approccio al pazienteOlistico e non sintomaticoSintomatico, localeOlistico e non sintomatico
Dove agisceSu tutto il corpoSulla zona dolorosaSul sistema nervoso
Come agisceTerapia fisica e manualeTerapia fisica e manualeTerapia manuale
Macchinari o farmaciNo, al massimo una pistola massaggiante Sì (es. tecar terapia, laser, ultrasuoni)No, al massimo una pistola massaggiante
Percorso di studiDiploma rilasciato da istituti privati (col riconoscimento del 2021 si istituirà a breve una Laurea triennale in Osteopatia)Laurea triennale rilasciata dopo un percorso universitarioDiploma rilasciato da istituti privati (col riconoscimento del 2021 si istituirà a breve una Laurea triennale in Chiropratica)
Principali differenze tra osteopata, chiropratico e fisioterapista.

Definizione di fisioterapista

La definizione del Ministero della Sanità: “Il fisioterapista è l’operatore sanitario, in possesso del diploma universitario abilitante, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita”.

Cosa fa il fisioterapista?

Come l’osteopatia, la fisioterapia è una professione sanitaria con un percorso triennale universitario dopo i quali è possibile svolgere corsi o master per specializzarsi nei diversi ambiti.

Il fisioterapista, al contrario dell’osteopata che è anche un professionista sanitario, può lavorare sia in studi privati che in strutture pubbliche e negli ospedali.

Il lavoro del fisioterapista è orientato sulla cura della sintomatologia locale, focalizzando principalmente i suoi trattamenti sulle zone interessate dal dolore con l’obiettivo di diminuire il dolore agendo sulla zona stessa.

Per farti un esempio, se vai dal fisioterapista per un dolore alla spalla egli si concentrerà maggiormente sul trattamento della spalla, attraverso terapie fisiche (es. tecar terapia, laser, ultrasuoni), manuali e occupazionali.

Leggi anche: Quando rivolgersi all’osteopata

Questa figura professionale si occupa quindi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita.

Qual è la differenza tra osteopata e fisioterapista?
Il fisioterapista utilizza la Tecar terapia o gli ultrasuoni

Come diventare fisioterapista

Per diventare fisioterapista bisogna conseguire una laurea triennale rilasciata esclusivamente da strutture universitarie.

Definizione di osteopata

Col riconoscimento del 2021 “L’osteopata è un professionista sanitario, in possesso di laurea triennale universitaria abilitante o titolo equipollente e dell’iscrizione all’albo professionale, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie interventi di prevenzione e mantenimento della salute attraverso il trattamento osteopatico di disfunzioni somatiche non riconducibili a patologie, nell’ambito dell’apparato muscolo scheletrico.”

osteopatia ginocchio

Osteopata significato

Il significato della parola osteopata deriva dal greco antico: ὀστέον, ostéon, che vuol dire «osso» e πάθος, páthos, che significa «sofferenza».

La definizione di osteopata in italiano, quindi, riguarda un professionista sanitario che si occupa dei dolori ossei e muscolo-scheletrici.

Stando a questa definizione tradotta letteralmente dal greco antico all’italiano del termine “osteopata” si può subito pensare che si occupi solamente di “ossa che fanno male” (ammettilo, anche tu l’hai pensato la prima volta che hai sentito la parola “osteopata” o “osteopatia”).

Ma non è così. Leggi anche: Osteopata significato: ecco perchè è sbagliata la definizione di “scrocchia ossa”

osteopatia riconosciuta in italia
I campi d’azione dell’Osteopatia. Fonte: corriere.it

Cosa fa l’osteopata?

A differenza del fisioterapista, il lavoro dell’osteopata consiste nella ricerca delle cause che hanno generato il problema.

Basandosi su un approccio olistico al paziente, l’osteopata non si sofferma esclusivamente sulla zona del corpo dolorante, ma durante la visita osteopatica cerca di capirne la causa scatenante e di risolvere il problema alla radice.

Tornando all’esempio della spalla di prima, se vai dall’osteopata e il dolore non è stato causato da un trauma diretto o da un colpo in quella zona, stai certo/a che l’ultima cosa che guarderà il terapeuta sarà proprio la spalla, perchè la causa è altrove.

Leggi anche: Differenza tra osteopata e chiropratico

osteopata cosa cura e cosa fa

Mediante la manipolazione osteopatica delle strutture osteo-muscolari in disfunzione l’osteopata è in grado di ridare mobilità ai tessuti attraverso:

  1. laumento della mobilità del tessuto e delle strutture ad esso correlate
  2. un miglioramento della vascolarizzazione e del trofismo della zona manipolata
  3. la regressione del dolore come conseguenza dell’eliminazione delle cause scatenanti
  4. riduzione della contrattura muscolare
  5. miglioramento della postura

Un’altra differenza col fisioterapista è che l’osteopata non utilizza macchinari, ma si avvale esclusivamente delle sue mani, sia per la valutazione che per il trattamento.

Di recente dall’America è sbarcata nelle cliniche di fisioterapia e di osteopatia la pistola massaggiante. Un dispositivo da massaggio a percussione che aiuta il terapista ad arrivare in profondità nei tessuti del paziente. Si può usare anche prima o dopo l’allenamento per prevenire i dolori e le contratture muscolari.

Anch’io ne ho scoperto e valutato i benefici ed uso una pistola per massaggio muscolare nel mio studio. Sono utili nella maggior parte dei dolori muscolo scheletrici, puoi usarle anche su di te.

Se può interessarti ho recensito le migliori pistole massaggianti sul mercato.

Scopri la terapia percussiva

Scegli la migliore pistola massaggiante più adatta alle tue esigenze

La disfunzione somatica in osteopatia

In osteopatia la disfunzione somatica è l’alterata mobilità muscolo-scheletrica e la conseguente interferenza su nervi e vasi sanguigni adiacenti, che si manifesta con dolore associato a riduzione di mobilità e cambiamenti tissutali.

In pratica un tessuto in disfunzione somatica è doloroso e allo stesso tempo poco mobile, Questo può causare dolore e contratture muscolari, che a lungo andare possono ripercuotersi anche in altre zone molto distanti da esso.

Tramite le manovre osteopatiche (divise in strutturali, fasciali, craniosacrali e viscerali) l’osteopata interviene sulla funzione dei vari sistemi del corpo, riducendo la “spesa energetica” e i compensi che il corpo del paziente è costretto ad utilizzare per non percepire il dolore.

L’osteopata è in grado di individuarlo toccando il corpo del paziente, attraverso la palpazione osteopatica TART (un acronimo che indica i parametri di: dolorabilità, asimmetria, range di mobilità, cambiamenti tissutali).

Il lavoro dell’osteopata nel suo studio consiste nel non soffermarsi sul dolore e sulla parte del corpo su cui il paziente lamenta il fastidio, bensì tende a concentrarsi sulle sue condizioni fisiche e sul suo stile di vita, a volte sulla sua alimentazione, per cercare la causa del problema anche lì dove il paziente non sospetterebbe mai.

Leggi anche: Massaggio decontratturante fai da te: 6 rimedi che non conoscevi.

osteopatia cosa cura
Le abilità palpatorie di un osteopata sono molto sviluppate. Egli le apprende durante gli anni di studio.

Come diventare osteopata

Per diventare osteopata bisogna conseguire il Diploma di Osteopatia (D. O.), o ancor meglio un titolo accademico e professionalizzante, a seguito della recente legge 3/2018, seguendo percorsi specifici in base alla formazione di partenza.

Ulteriori novità e aggiornamenti si avranno in seguito alla pubblicazione dei decreti attuativi.

osteopatia laurea riconosciuta
Osteopatia Laurea: novità in arrivo dopo il riconoscimento.

Quindi a chi rivolgersi? Meglio l’osteopata o il fisioterapista?

La risposta univoca non esiste, perchè entrambi professionisti sanitari sono molto efficaci e spesso si riesce a risolvere un disturbo sia con una visita osteopatica sia con un trattamento fisioterapico, nonostante l’approccio tra i due sia molto diverso.

Parecchie volte è necessaria la partecipazione di entrambi i professionisti all’interno del processo di cura e di riabilitazione.

Io da Osteopata a Imola, mi sento chiaramente di consigliarti l’osteopatia per via di un approccio più globale ed ampio al problema. 😉

Cerchi un osteopata a Imola?

Conclusioni

Spero di averti aiutato a comprendere la differenza tra osteopata e fisioterapista, che, come avrai capito, consiste nel diverso approccio alla causa del dolore.

La fisioterapia tratta la sintomatologia attraverso un lavoro focalizzato sui segmenti problematici, mentre l’osteopatia, riconoscendo un ruolo fondamentale al sistema circolatorio, all’interno del percorso terapeutico prende in considerazione anche gli organi viscerali ed il sistema nervoso e fasciale.

Un’altra differenza col fisioterapista è che l’osteopata non utilizza macchinari, ma si avvale esclusivamente delle sue mani, sia per la valutazione che per il trattamento osteopatico.

Grazie al riconoscimento dell’osteopatia e della chiropratica a breve partiranno anche in Italia i percorsi universitari per conseguire la Laurea in Osteopatia o in Chiropratica, sperando che non ci vogliano altri trent’anni…

Ad essere sincero non mi sento di parlare di supremazia dell’osteopatia rispetto la fisioterapia. La terapia migliore è SEMPRE QUELLA CHE FA STAR BENE IL PAZIENTE.

Cerchi un osteopata a Imola?

Per questo articolo è veramente tutto, spero di aver fatto qualcosa di buono per te e non averti fatto perdere del tempo sul mio blog inutilmente.

Prima di andare, però, c’è una cosa (anzi 3) che TU puoi fare per me se hai apprezzato il mio lavoro:

  • Condividi l’articolo sui tuoi social o inviandolo a chi potrebbe aver bisogno di queste informazioni
  • Lascia una recensione sui miei profili social, comunicando al mondo la tua esperienza
  • Offrimi un caffè

Hai mai avuto a che fare con un osteopata e con un fisioterapista? Con chi ti sei trovato/a meglio?

Scrivilo nei commenti 😉

Se hai letto questo articolo potrebbe interessarti

Qual è la differenza tra osteopata e chiropratico?

Qual è l’ultima volta che hai sofferto di dolori alle ossa, ai muscoli o alle articolazioni? Sicuramente qualcuno ti avrà detto: “Vai dall’osteopata o dal chiropratico che ti rimette in sesto!” Ma qual è la differenza tra osteopata e chiropratico? E’ meglio l’osteopatia o la chiropratica? Osteopata e chiropratico sono due professionisti sanitari che hanno l’obiettivo di migliorare…

Qual è la differenza tra osteopata e fisioterapista?

Dopo averti spiegato la differenza tra osteopata e chiropratico, è arrivato il momento di definire le differenze tra osteopata e fisioterapista. Osteopata e fisioterapista sono due professionisti sanitari che hanno l’obiettivo di riabilitare (nel caso del fisioterapista) e migliorare le condizioni ottimali di salute dei propri pazienti, ma che lavorano utilizzando approcci molto diversi. Pur…

Articolo di
Alessandro la Torre
Alessandro la Torre
Specialista in Osteopatia, Posturologia e Terapia manuale. Appassionato di alimentazione, salute e benessere. Info e prenotazioni: [email protected]
Ti è piaciuto questo contenuto? Allora fammelo sapere mettendo un like, condividendolo o lasciando una recensione

Mi chiamo Alessandro e sono un Osteopata specializzato in Posturologia. Negli anni ho ideato un metodo per la gestione del dolore basato su osteopatia, esercizio fisico e stile di vita corretto.

Cerca nel sito
Seguimi su
Potrebbe interessarti
Categorie
Lascia un commento
Leggi anche
osteopatia controindicazioni
Osteopatia: controindicazioni e possibili effetti collaterali

Per te che leggi vorrei subito tranquillizzarti, l’osteopatia ha davvero poche controindicazioni. La medicina osteopatica è una pratica manuale dolce e sicura che si rivolge a tutte le tipologie di pazienti, dal neonato all’anziano, dagli sportivi alle donne in gravidanza, passando per i bambini e gli adolescenti. Sapevi che puoi portare anche un neonato di poche settimane di vita dall’osteopata pediatrico? Le controindicazioni dell’osteopata più ovvie riguardano le urgenze mediche (bisogna andare

Leggi »
theragun prime recensione
Theragun Prime recensione: la pistola “economica” di Therabody sarà anche efficace?

Therabody Theragun è un’azienda americana che produce una tra le migliori pistole massaggianti di livello professionale, che ha letteralmente reinventato il mondo della terapia percussiva. Il “top player” dell’azienda è sicuramente Theragun Pro (come ti ho spiegato nella mia recensione), ma come avrai ben capito anche il suo prezzo è TOP. Se ti interessa, Theragun Elite è sicuramente il più versatile tra le pistole per massaggio muscolare Therabody. Oggi ti

Leggi »
therabody theragun elite maria sharapova
Theragun Elite è la più versatile tra le pistole per massaggio Therabody

Therabody Theragun è un’azienda americana che produce una tra le migliori pistole massaggianti di livello professionale, che ha letteralmente reinventato il mondo della terapia percussiva. Il “top player” dell’azienda è sicuramente Theragun Pro (come ti ho spiegato nella mia recensione), ma devo dire che anche l’Elite, nonostante non sia una pistola per massaggio muscolare tecnologicamente avanzata come la sorella maggiore Pro, è sicuramente meglio di Prime e Mini e quindi la reputo

Leggi »
Available for Amazon Prime