Osteopata significato: ecco perchè è sbagliata la definizione di “scrocchia ossa”

Il significato della parola “osteopatia” deriva dal greco antico: ὀστέον, ostéon, che vuol dire «osso» e πάθος, páthos, che significa «sofferenza».

La definizione di osteopata in italiano, quindi, riguarda un professionista sanitario che si occupa dei dolori ossei e muscolo-scheletrici.

Stando a questa definizione tradotta letteralmente dal greco antico all’italiano del termine “osteopata” si può subito pensare che si occupi solamente di “ossa che fanno male” (ammettilo, anche tu l’hai pensato la prima volta che hai sentito la parola “osteopata” o “osteopatia”).

Ma non è così.

osteopata prezzi costo
Sì, sarei ricco sfondato, ma andiamo avanti…
Fonte: Instagram @sososteopata

Come scoprirai leggendo fino in fondo questo articolo, l’osteopata non si occupa solamente di disturbi muscolo-scheletrici, ma può essere utile anche per problematiche viscerali, nei bambini in età pediatrica e nei neonati.

Quindi sarebbe riduttivo definire “scrocchia ossa” un professionista sanitario che può entrare in gioco in molte cure alternative alla medicina tradizionale o collaborare alla pari con altre figure sanitarie.

Cos’è l’Osteopatia: la definizione dell’OMS

Come definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel Benchmark per la formazione in osteopatia del 2010, l’Osteopatia è una professione sanitaria con competenze di diagnosi, gestione e trattamento manuale dei pazienti, che si indirizza a tutti, dal neonato all’anziano.

Un’altra definizione che mi piace citare spesso quando parlo di osteopatia è quella dell’Istituto Superiore di Osteopatia (ISO) che definisce l’Osteopatia “un sistema consolidato di assistenza alla salute che si basa sul contatto manuale per la valutazione, la diagnosi ed il trattamento della persona“.

L’osteopatia è una professione sanitaria che diagnostica e tratta disfunzioni di mobilità dei tessuti corporei, non prevede l’uso di farmaci né macchinari, ma attraverso manipolazioni e specifiche osteopatiche si dimostra efficace per la prevenzione, valutazione ed il trattamento di disturbi che interessano l’apparato neuro-muscolo scheletrico e non solo.

L’approccio viscerale, neonatale pediatrico, strutturale e craniosacrale fanno parte della cassetta degli attrezzi di ogni bravo osteopata che si rispetti.

osteopata-cosa-fa-cosa-cura

Breve storia dell’Osteopatia: dalla nascita in USA al riconoscimento in Italia

L’Osteopatia nasce nel 1874 dall’idea di un medico statunitense che iniziò a “dubitare” dei metodi di cura della medicina tradizionale, criticando l’abuso dei farmaci che veniva fatto per curare i pazienti.

Il medico in questione era Andrew Taylor Still, padre della Medicina osteopatica, che nel 1892 fondò la prima scuola di osteopatia a Kirksville.

Successivamente nei primi del ‘900 l’osteopatia sbarcò in Europa, prima in Inghilterra e poi in Francia.

10 milioni di italiani decidono di rivolgersi all’osteopata, il 70% di essi ci va per i dolori muscolo-scheletrici e il 90% si dichiara molto o abbastanza soddisfatto.
storia osteopatia
Andrew Taylor Still ha fondato l’osteopatia.

Dopo parecchi anni (quasi 30), numerosi tentativi e svariati governi “poco attenti” ai progressi delle medicine alternative, finalmente il 24 giugno 2021 il CdM ha istituito la professione sanitaria dell’osteopata, facendo rientrare anche l’Italia tra i vari Paesi europei e del resto del mondo che hanno già riconosciuto l’osteopatia come professione sanitaria.

Osteopata significato: ecco perchè è sbagliata la definizione di "scrocchia ossa"
Il tweet del Ministro Speranza che annunciò il riconoscimento dell’osteopatia come professione sanitaria.

Princìpi di Osteopatia

I princìpi osteopatici teorizzati da Still si basano sull’integrità strutturale e funzionale del corpo e sulla tendenza intrinseca di quest’ultimo ad autoregolarsi.

Il corpo quindi viene visto in modo olistico, come un’unità e un sistema composto da muscoli, scheletro e organi che hanno come punto di collegamento i centri nervosi della colonna vertebrale.

  1. Il corpo è un’unità ed ha la capacità di auto regolarsi, di auto curarsi e di mantenere la salute (omeostasi)
  2. La struttura governa la funzione e viceversa
  3. La persona è un sistema composto da muscoli, ossa, visceri, da apparati (circolatorio, nervoso, linfatico, da posture e psiche)

Per l’osteopatia nell’organismo umano l’integrità della struttura e l’efficienza funzionale sono strettamente legate e connesse tra loro.

Quando questo legame non funziona o si inceppa, va a intaccare questo equilibrio; mentre, viceversa, il benessere dell’organismo viene assicurato da un corretto funzionamento di ognuna di queste parti. 

C’è una relazione tra i vari sistemi muscolo-scheletrico, viscerale, nervoso, vascolare e linfatico; finché tutti i sistemi lavorano in modo sinergico e complementare vi è la salute.

A. T. Still

Se vuoi approfondire questi princìpi ti consiglio questi libri di osteopatia

Fondamenti di Medicina Osteopatica
Fondamenti di Medicina Osteopatica
Filosofia e principi meccanici dell'osteopatia
Filosofia e principi meccanici dell’osteopatia
Filosofia dell'osteopatia
Filosofia dell’osteopatia

Osteopata significato: da dove deriva la parola?

Il termine “Osteopatia” fu coniato dal suo fondatore, il chirurgo americano Andrew Taylor Still, che alla fine del XIX secolo scoprì le relazioni esistenti tra l’equilibrio funzionale dell’insieme delle strutture del corpo e la salute.

Come descritto in precedenza, il significato della parola “osteopata” deriva dal greco antico: ὀστέον, ostéon, che vuol dire «osso» e πάθος, páthos, che significa «sofferenza».

Essendo una medicina manuale olistica (dal Greco olos che significa «tutto»), l’osteopata considera l’individuo nella sua globalità.

La stessa parola “salute”, dal sanscrito “sarva”, significa integrità, tornare tutto d’un pezzo. Anche in inglese antico, la parola “hal”, oggi comunemente conosciuta come health-salute, significa “tutto”.

Ecco perchè l’osteopatia utilizza un approccio olistico al paziente, che si concentra, cioè, sulla totalità della persona. Per questo tipo di approccio non sintomatico il trattamento osteopatico sarà individualizzato per ogni paziente.

Per questi motivi Still mise insieme le due parole: OSTEON (osso) e PATHOS (dolore).

osteopatia cosa cura

Cosa fa l’osteopata?

L’osteopata si avvale di un’ampia serie di tecniche manuali finalizzate ad eliminare la disfunzione somatica. Egli non usa farmaci né macchine, ma si avvale esclusivamente delle sue mani per individuare le strutture corporee in disfunzione somatica.

Lo scopo del trattamento osteopatico è quello di stimolare, attraverso specifiche tecniche manipolative, il ripristino della mobilità fisiologica dei distretti corporei.

L’azione dell’osteopata parte dall’aponevrosi, cioè quel tessuto connettivo che mette in relazione le diverse parti del corpo, in cui si connettono il sistema vegetativo e quello muscolo-scheletrico.

Le manipolazioni dei tessuti molli avvengono tramite: 

Il trattamento osteopatico consiste in una manipolazione dei tessuti corporei (muscolo-scheletrico e viscerale) con l’obiettivo di ripristinare la mobilità fisiologica, e di conseguenza i flussi sanguineo e linfatico, che a loro volta favoriranno la normalizzazione dei tessuti.

Mediante la manipolazione osteopatica delle strutture osteo-muscolari in disfunzione l’osteopata è in grado di ridare mobilità ai tessuti, eliminando la disfunzione somatica attraverso le seguenti reazioni post trattamento osteopatico:

  • l‘aumento della mobilità del tessuto e delle strutture ad esso correlate,
  • un miglioramento della vascolarizzazione e del trofismo della zona manipolata,
  • la regressione del dolore come conseguenza dell’eliminazione delle cause scatenanti.
osteopatia viscerale

Che differenza c’è tra osteopata e fisioterapista?

Osteopata e fisioterapista sono due figure sanitarie volte al recupero delle condizioni ottimali di salute, ma che lavorano utilizzando approcci molto diversi.

Definizione di fisioterapista

La definizione del Ministero della Sanità: “Il fisioterapista è l’operatore sanitario, in possesso del diploma universitario abilitante, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita”.

Il lavoro del fisioterapista è orientato sulla cura della sintomatologia locale, focalizzando principalmente i suoi trattamenti sulle zone interessate dal dolore con l’obiettivo di diminuire la sintomatologia.

Per farti un esempio, se vai dal fisioterapista per un dolore alla spalla egli si concentrerà maggiormente sul trattamento della spalla, attraverso terapie fisiche (es. tecar terapia, laser, ultrasuoni), manuali e occupazionali.

Come diventare fisioterapista

Per diventare fisioterapista bisogna conseguire una laurea triennale rilasciata esclusivamente da strutture universitarie.

osteopatia ginocchio

Definizione di osteopata

Col riconoscimento del 2021 “L’osteopata è un professionista sanitario, in possesso di laurea triennale universitaria abilitante o titolo equipollente e dell’iscrizione all’albo professionale, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie interventi di prevenzione e mantenimento della salute attraverso il trattamento osteopatico di disfunzioni somatiche non riconducibili a patologie, nell’ambito dell’apparato muscolo scheletrico.”

A differenza del fisioterapista, il lavoro dell’osteopata va alla ricerca delle cause che hanno generato il problema.

Basandosi su un approccio olistico al paziente, l’osteopata non si sofferma esclusivamente sulla zona del corpo dolorante, ma durante la visita osteopatica cerca di capirne la causa scatenante e di risolvere il problema alla radice.

Tornando all’esempio della spalla di prima, se vai dall’osteopata e il dolore non è stato causato da un trauma diretto o da un colpo in quella zona, stai certo/a che l’ultima cosa che guarderà il terapeuta sarà proprio la spalla, perchè la causa è altrove.

osteopata cosa cura cosa fa mal di schiena
Come spiegare l’approccio dell’osteopata a Fry?
Fonte: Instagram @sososteopata

Un’altra differenza è che l’osteopata non utilizza macchinari, ma si avvale esclusivamente delle sue mani, sia per la valutazione che per il trattamento.

Di recente dall’America è sbarcata nelle cliniche di fisioterapia e di osteopatia la pistola massaggiante. Un dispositivo da massaggio a percussione che aiuta il terapista ad arrivare in profondità nei tessuti del paziente. Si può usare anche prima o dopo l’allenamento per prevenire i dolori e le contratture muscolari.

Anch’io ne ho scoperto e valutato i benefici ed uso una pistola per massaggio muscolare nel mio studio. Sono utili nella maggior parte dei dolori muscolo scheletrici, puoi usarle anche su di te.

Se può interessarti ho recensito le migliori pistole massaggianti sul mercato.

Scopri la terapia percussiva

Scegli la migliore pistola massaggiante più adatta alle tue esigenze

Tramite le manovre osteopatiche (divise in strutturali, fasciali, craniosacrali e viscerali) l’osteopata interviene sulla funzione dei vari sistemi del corpo, riducendo la “spesa energetica” e i compensi che il corpo del paziente è costretto ad utilizzare per non percepire il dolore.

Come diventare osteopata

Per diventare osteopata bisogna conseguire il Diploma di Osteopatia (D. O.), o ancor meglio un titolo accademico e professionalizzante, a seguito della recente legge 3/2018, seguendo percorsi specifici in base alla formazione di partenza.

Ulteriori novità e aggiornamenti si avranno in seguito alla pubblicazione dei decreti attuativi.

osteopatia laurea riconosciuta

Cosa cura l’osteopatia?

Dopo averti spiegato la differenza tra osteopata e fisioterapista, eccoci arrivati alla parte finale in cui ti spiego cosa cura l’osteopatia e perchè è riduttivo definirlo semplicemente “scrocchia ossa”

Se prendessimo una persona a caso per strada e gli chiedessimo quando rivolgersi ad un osteopata, ci dirà sicuramente:

  • mal di schiena, lombalgia, sciatica
  • dolore cervicale
  • dolori articolari e muscolari
contrattura muscolare sciatica

Non solo “scrocchia ossa”, ecco altri disturbi che cura l’osteopata

Oltre a disfunzioni del sistema muscolo-scheletrico, l’osteopatia cura con efficacia anche disturbi nervosi e viscerali e nei bambini in età pediatrica e neonatale.

Se ti stai chiedendo cosa può fare un osteopata per il tuo benessere, oltre al classico mal di schiena e dolore cervicale, devi sapere che l’osteopatia è altrettanto efficace anche in dolori non prettamente di origine muscolare:

  1. Mal di testa: cefalea, emicrania, vertigini, rinite, sinusite, otite
  2. Problemi intestinali: stipsi, gonfiore, costipazione, colon irritabile, ernia iatale con reflusso-gastro esofageo
  3. Ansia, disturbi del sonno
  4. Problemi legati alla gravidanza e al post-parto, infezioni urinarie recidivanti, dismenorrea
  5. Problematiche del neonato: coliche infantili, plagiocefalia, rigurgito

Come vedi oltre ad essere un valido supporto nella cura di molte altre patologie, l’osteopatia si dimostra altrettanto efficace anche nella prevenzione e nel mantenimento dello stato di salute.

Per approfondire leggi l’articolo “Quando rivolgersi ad un osteopata“.

quando-andare-dall-osteopata-osteopatia
Oltre ai più comuni dolori muscolari l’osteopatia può curare anche altri disturbi.

Cosa cura l’osteopatia pediatrica?

Non tutti sanno che si possono portare dall’osteopata anche per bambini di poche settimane o pochi mesi di vita.

Gli esperti raccomandano un trattamento osteopatico entro le prime 8 settimane di vita per intervenire sulle disfunzioni generatesi durante la vita intrauterina.

Già da molto piccoli l’osteopatia pediatrica può intervenire con buoni risultati su:

  • plagiocefalie (la cosiddetta “testa piatta”)
  • coliche infantili
  • difficoltà ad attaccarsi al seno
  • problemi di suzione
  • torcicollo congenito
  • otiti ricorrenti
  • malattie respiratorie ricorrenti
  • rigurgito
  • reflusso gastrico
Osteopata significato: ecco perchè è sbagliata la definizione di "scrocchia ossa"
L’osteopatia pediatrica può aiutare il tuo bambino.

Studi effettuati sui neonati con plagiocefalia posizionale (una deformazione del cranio causata dal parto e da posizionamenti scorretti del neonato, volgarmente detta “testa piatta”) hanno dimostrato nella maggioranza dei casi una risoluzione del 100% se trattati con osteopatia entro i primi 3 mesi di vita.

Buoni risultati vengono registrati su rigurgito, reflusso gastroesofageo e nelle coliche infantili.

In ambito pediatrico il trattamento osteopatico può essere di aiuto bambini affetti da disabilità gravi quali la paralisi cerebrale infantile e la spina bifida.

Negli anni seguenti l’osteopata pediatrico può essere utile nei problemi di crescita legati principalmente alla postura, allo sviluppo motorio e alle asimmetrie della colonna.

Cerchi un osteopata a Imola?

Come vestirsi dall’osteopata

Scommetto che devi fare una visita dall’osteopata e non sai cosa indossare. Ho indovinato? Niente paura, leggendo fino alla fine questo articolo scoprirai come vestirsi per andare dall’osteopata. E’ una domanda che ricevo spesso da chi prenota per la prima volta una visita osteopatica nel mio studio di Osteopata a Imola. Ma se stai leggendo…

Osteopatia riconosciuta ufficialmente come professione sanitaria

Oggi 24 giugno 2021 è una data storica per l’Osteopatia: il CdM ha istituito la professione sanitaria dell’osteopata. Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato, ai sensi dell’articolo 7, comma 2, della legge 11 gennaio 2018, n. 3, il recepimento dell’accordo tra il…

Articolo di
Alessandro la Torre
Alessandro la Torre
Specialista in Osteopatia, Posturologia e Terapia manuale. Appassionato di alimentazione, salute e benessere. Info e prenotazioni: [email protected]
Ti è piaciuto questo contenuto? Allora fammelo sapere mettendo un like, condividendolo o lasciando una recensione

Mi chiamo Alessandro e sono un Osteopata specializzato in Posturologia. Negli anni ho ideato un metodo per la gestione del dolore basato su osteopatia, esercizio fisico e stile di vita corretto.

Cerca nel sito
Seguimi su
Potrebbe interessarti
Categorie
Lascia un commento
Leggi anche
strappo muscolare polpaccio
4 rimedi veloci per curare (e prevenire) uno strappo muscolare

Lo strappo muscolare è una lesione che causa la rottura di alcune fibre che compongono il muscolo. La causa è spesso un allungamento eccessivo del muscolo “a freddo” che non è stato preparato adeguatamente a compiere quel movimento, o un eccessivo carico muscolare. Lo strappo muscolare è una lesione piuttosto grave causata da: Contratture, stiramenti e strappi sono lesioni muscolari molto frequenti negli sportivi, ma che hanno dei sintomi e tempi di recupero

Leggi »
3 consigli per scegliere la migliore pomata per contratture muscolari

La contrattura muscolare è una contrazione involontaria e dolorosa di uno o più muscoli, che diventano rigidi e ipertonici. Il tono muscolare aumenta tanto da da poterlo percepire al tatto (spasmo muscolare). Spesso questa condizione può essere anche molto dolorosa ed applicare delle creme o pomate antidolorifiche o antiinfiammatorie può diminuirne i sintomi. Tra i rimedi della nonna per le contratture muscolari più efficaci ci sono anche il massaggio decontratturante ed i miorilassanti naturali, che

Leggi »
miorilassanti naturali senza ricetta
6 Miorilassanti Naturali che puoi acquistare senza ricetta

I miorilassanti sono un tipo di farmaci che, come dice la parola stessa, hanno il compito di rilasciare la muscolatura tesa e dolorante grazie alle loro proprietà decontratturanti e rilassanti. Sono molto impiegati in medicina nei dolori cervicali, per il mal di schiena, per la mandibola dolorosa (o per chi soffre di bruxismo) e perfino prescritti ai pazienti affetti da fibromialgia. Nella maggior parte dei casi i miorilassanti vengono usati

Leggi »